Biglietti Concerti

Biglietti ConcertiThe brown bomber: il bombardiere marrone dei Led Zeppelin

Led Zeppelin II, pubblicato il 22 ottobre 1969, festeggia 46 anni.

The brown bomber: il bombardiere marrone dei Led Zeppelin

Pubblicato nell’ottobre 1969 il cosiddetto Bombardiere Marrone è il secondo monolite della saga zeppeliana. Con Led Zeppelin II quei quattro ragazzotti inglesi dimostrarono al mondo intero che stavano facendo sul serio, e la conferma arrivò quando l’album in questione scalzò Abbey Road dei Beatles dalla vetta delle classifiche. Il disco si ricollega al precedente per l’evidente matrice blues, ma i toni risultano essere ancora più heavy ed esasperati, tanto da poter dire che questo disco segna l’inizio ufficiale dell’hard rock.

L’album. Il primo metallo purissimo. I Led Zeppelin al secondo disco sembrano già dei professionisti incalliti, capaci di smussare le incertezze del primo album e di confezionare un prodotto perfetto. Tenendo conto che questo disco ha lo stesso anno di pubblicazione dell'esordio, che nel mezzo ci furono concerti, obblighi promozionali, registrazioni e quant'altro, vien da chiedersi se il risultato sia dovuto proprio all'immediatezza e alla genuinità dell'intero lavoro. Se il primo album dei Led Zeppelin era fondamentalmente un meraviglioso concentrato di cover di classici del blues e del folk, riarrangiati in chiave distorta e psichedelica secondo la lezione di Jeff Beck, e' proprio con II che gli Zep hanno definito realmente il loro suono, andando a scrivere cosi' quella che e' una delle pagine piu' belle della storia del rock duro.
E la cosa stupisce ancora di piu' se teniamo conto delle condizioni in cui l'album fu registrato. Reduce dal successo del debutto, la band era impegnata in una serie di tour estenuanti e doveva approfittare di ogni piu' piccola pausa per potersi recare negli studi e incidere... incidere quelle stesse canzoni e quegli stessi riff che, magari, avevano appena inventato poche sere prima, improvvisandoli durante un concerto. Fra l'altro erano anche sorti dei problemi fra i musicisti (dovuti anche allo stress che era derivato dall'improvviso successo) che avevano addirittura rischiato di risolversi nel licenziamento di Robert Plant. Ma il risultato è un disco grandioso.

I brani. I brani memorabili? Quale poco più, quale poco meno, tutti!

L’apertura è affidata a quello che diventerà uno dei megaclassici del rock tutto: Whole Lotta Love, un vero e proprio archetipo del genere hard, a partire da uno dei riff più epidermici di sempre.

Altro grande riff quello di Heartbreaker, anche questo pezzo è un vero e proprio manifesto del genere hard che raggiunge l’apice nel celebre assolo di chitarra senza accompagnamento; per quasi un minuto c’è solo la Les Paul di Jimmy Page, col suo fraseggio graffiante e carico di feeling blues.
Riff, riff e ancora riff, allora è sicuramente da gustarsi anche quello del divertente rock’n’roll Living Loving Maid

Ma Led Zeppelin iI è anche l’album di Moby Dick, il leggendario assolo di batteria di Bonzo Bonham, un numero che dal vivo spesso e volentieri arrivava a venti minuti di durata.

La copertina. Sul frontecopertina è riportata una fotografia antichizzata che ritrae i quattro componenti dei Led Zeppelin accanto a un gruppo di bikers. All’interno il disegno di un dirigibile-astronave che troneggia su un mastodontico Partenone irradiando fasci di luce proiettati sui basamenti che recano le effigi dei singoli musicisti. La grafica della copertina si basava su un manifesto disegnato da David Juniper. Sulla parte destra è ritratta una colonna marmorea su cui vengono tracciati tutti i crediti del disco.

In definitiva uno dei grandi classici del rock, indubbiamente una Pietra Miliare.

Pubblicato il 22 Ottobre 2015 da Valeria Citro

Commenti degli utenti alla pagina:

Non ci sono commenti per questa pagina.

Commenta : (richiesto)

: (richiesta, non sarÓ pubblicata)

: (richiesto)





Inserire il codice antispam nella casella di testo sottostante

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Inserisci la tua email per ricevere gli aggiornamenti sui Concerti in Italia

TOP 10 CONCERTI

#CONCERTODEL
1 Sassuolo, Reggio Emilia 11-09-2018
2 Crotone, Crotone 17-12-2018

Il biennio 2013-2015 è ricchissimo di concerti dal vivo per il nostro Paese.

Nella sezione Biglietti Concerti di Rockout trovi i biglietti di tutti i concerti in programma in Italia.

Il sito consulta ogni 15 minuti le offerte per i biglietti dei concerti presenti on-line, e pubblica i link per acquistarli sui siti sicuri.

biglietti concerti rock
biglietti concerti italia
biglietti concerti

 


Mappa del sito