Biglietti Concerti

Biglietti ConcertiINTERVISTA A VICTOR DEGLI LNRIPLEY

La drum'n'bass e le sue discendenze: il dubstep, il crossover e il breakbeat hanno un viso tutto italiano. Strano, ma non troppo. Non Ŕ un genere morto, tutta'altro, e gli LNRipley lo cantano e lo difendendo a spada tratta. Li abbiamo incontrati al Liquid Club, prima del concerto dello scorso 26 marzo. Victor, front man della band, ci racconta come nasce il progetto, perchŔ non serve vendere i dischi e qual'Ŕ il futuro della discografia.

INTERVISTA A VICTOR DEGLI LNRIPLEY

1) Come nasce l'idea di mettere su un progetto elettronico così "spinto", in un paese dove la Drum'n'Bass sarebbe un genere ancora sconosciuto se la tradizione musicale europea non ci avesse aiutato in questo senso?

In realtà la drum'n'bass è stata semplicemente un punto di partenza in quanto elemento che ci accomunava. Siamo partiti da quelle ritmiche, poi ci siamo evoluti in dubstep, crossover, breakbeat e in tutto quello che riguarda il brokenbeat inglese anche se, alla fine, non ci poniamo mai dei limiti in fase di composizione. Per quello che dici riguardo il paese non sono totalmente d'accordo.
Quando vado ad un rave, la quantità di pubblico italiano presente fa pensare che c'è un sacco di gente che ascolta questo filone di musica diversa dalla techno o dall' house.
Ok, la techno e l'house sono le grandi regine dell'elettronica, ma credo che ci sia davvero tanta gente sparsa per tutta la penisola che ascolta il brokenbeat e altro ancora. Basta andare in Salento o vedere Napoli, Roma, Milano, Torino stessa da questo punto di vista ci da davvero grandi soddisfazioni.

2) Hai nominato Torino e a me viene subito in mente la serata interamente dedicata alla Drum'n'Bass al Puddhu Bar.

Esatto. Al Puddhu Bar, a Torino, la serata drum 'n' bass è molto forte ma è stabile. Una serata del genere se fosse stata organizzata a Milano o a Napoli avrebbe avuto 1000 o 2000 persone. Invece a Torino abbiamo una media di 400, 500 persone ogni sabato,  ma da sei anni. Questo vuol dire rendere quella una delle serate del Puddhu Bar più continue per questo genere di musica,  peccato che rimanga nel sottobosco, in una città, come Torino, dove succedono un sacco di cose ma non hanno la risonanza che meritano.

3) Una curiosità mi viene pensando al vostro live. Qual'è l'approccio che avete alle macchine? Diciamo innanzitutto che, volendo, potrebbero suonare da sole. Ma forse per voi è diverso!

Si. In realtà  potremmo essere in due a fare musica. Io e uno con il computer, volendo. Però il nostro approccio rock, già nella scrittura dei pezzi e per come vediamo il nostro progetto creativo di musica, ci pone in condizioni del tutto diverse dalla musica suonata con il computer. Il nostro setup attualmente è molto analogico, non ci sono computer, non c'è l'ausilio di basi, è tutto suonato live.
Può sembrare riduttiva come cosa perchè i suoni delle macchine soni quelli. Hai dei preset che puoi modificare quando e quanto vuoi, ma oltre un certo numero di suoni non puoi andare. Questo non vuol dire però che non ci evolveremo. Forse più in là decideremo di aggiungere un computer semplicemente per veicolare la grossa mole di suoni a disposizione continuando a suonarli comunque.

4) Chi viene ai vostri concerti sa che portando una pennetta usb, alla fine del concerto, può chiedervi l'album. Da questo punto di vista è giusto dire che gli LNRipley non sono una band tradizionale. Voi non siete orientati alla vendita dei dischi nei negozi !

La risposta è semplice. Può sembrare un'idea di marketing, ma non vuole essere tale. Nasce solo dall'esigenza di valorizzare il live. Dunque se vuoi venire a sentire la nostra musica, vieni a sentirti live! Paghi il concerto, paghi il nostro sudore, il nostro lavoro. E noi la musica te la regaliamo, se non ti piace non te la prendi.
E' proprio così, dal produttore al consumatore. Hai pagato il sudore ed è giusto, non è giusto invece che paghi un disco che, arrivato a casa e ascoltato, non ti piace. Ti lasciamo questa scelta quindi. Se lo vuoi è lì, porti una penna usb e noi te lo scarichiamo. Di conseguenza è diventata una strategia di marketing ma senza volerlo. Quando me l'hanno fatto notare, col senno di poi, mi sono soffermato a pensare che, in effetti, è una soluzione che apre nuovi confini. Ecco perchè ora lo consiglio anche alle band alle prime armi o anche a quelle più in vista. Maggiormente a quelle più "piccole" perchè il loro obiettivo dev'essere quello di far sentire la loro musica alla gente, far vedere quanto sono bravi a suonare e ciò che hanno da dire.
E' inutile fare demo su demo soltanto per non fare le date o perchè vuoi aspettare qualcuno che ti prende e decide di produrti. Meglio suonare, regalare la musica e vedere cosa ne pensa la gente. Noi per fortuna abbiamo una media di 30, 35 chiavette a serata! E' come dare 30, 35 dischi ogni sera. Un numero elevatissimo se ci pensi.
Avendo uno studio di nostra proprietà, la Blue Room che è di Sukko, sappiamo di poter fare musica comunque e quando vogliamo. Tanto vale regalarla. Poi le cose vengono da sè. Abbiamo dovuto creare un'etichetta, la LNRec,  ci siamo autoprodotti. Questo per dire che da cosa nasce cosa. Per ora abbiamo registrato un solo album fisico a Casasonica,  in tre giorni e in presa diretta.
Quello è stato l'inizio degli LNRipley. Era il febbraio del 2007 quando ci siamo conosciuti e il disco a maggio era finito. L'album che invece regaliamo è il frutto di un lavoro più articolato e quello che verrà lo sarà sicuramente ancora.

5) Cosa fa Victor a Torino e quali sono i progetti futuri che ha in cantiere?

Victor a Torino fa l'MC nella serata reggae del Puddhu e il progetto LNRipley occupa praticamente tutto il tempo della mia vita. Sicuramente voglio fare ancora molte cose e tra queste anche un disco solista, ma più avanti. Per ora ho questo progetto in cui sto spendendo tutte le mie energie e mi auguro duri il più lungo possibile.

6) Cos'hanno in mente invece gli LnRipley?

Stiamo cominciando a scrivere i pezzi per il nuovo album, il terzo. Probabilmente e per la prima volta lo scriveremo fuori dall'Italia, soprattutto per distrarci un pò.
L' ultimo disco è stato fatto in Sardegna. Abbiamo fittato una villa e ci siamo rinchiusi per circa 10 giorni. La mattina ci svegliavamo e se qualcuno aveva un'idea da fissare, la registrava, al volo. Spesso si verificava che mentre uno di noi era al mare a fare il bagno,  un'altro era in casa a registrare. Poi ci sono stati momenti in cui eravamo tutti insieme ma senza pressure, senza stress alcuno (ndr, si ride). Per questo disco stavamo pensando di andare verso il nord Europa, Inghilterra o Danimarca. C'è da dire che ieri eravamo a Napoli, al Lanificio 99,  e ci è venuta l'idea di andare anche a lì a registrare.
Siamo rimasti molto colpiti dalla città, ma probabilmente a Napoli faremo delle cose molto tristi perchè gli accordi delle canzoni della tradizione napoletana sono spesso molto tristi. (si ride, ndr). Napoli ci piace tanto!

 

Daniele Mazzotta

Pubblicato il 05 Aprile 2011 da La Redazione

Commenti degli utenti alla pagina:

Non ci sono commenti per questa pagina.

Commenta : (richiesto)

: (richiesta, non sarÓ pubblicata)

: (richiesto)





Inserire il codice antispam nella casella di testo sottostante

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Inserisci la tua email per ricevere gli aggiornamenti sui Concerti in Italia

TOP 10 CONCERTI

#CONCERTODEL
1 Benevento, Benevento 22-10-2017
2 Spal, Ferrara Di Monte Baldo 22-10-2017
3 Sassuolo, Reggio Emilia 25-10-2017
4 Benevento, Benevento 29-10-2017
5 Crotone, Crotone 29-10-2017
6 Verona H., Verona 29-10-2017
7 Spal, Ferrara Di Monte Baldo 29-10-2017
8 Sassuolo, Reggio Emilia 05-11-2017
9 Benevento, Benevento 19-11-2017
10 Crotone, Crotone 19-11-2017

Il biennio 2013-2015 è ricchissimo di concerti dal vivo per il nostro Paese.

Nella sezione Biglietti Concerti di Rockout trovi i biglietti di tutti i concerti in programma in Italia.

Il sito consulta ogni 15 minuti le offerte per i biglietti dei concerti presenti on-line, e pubblica i link per acquistarli sui siti sicuri.

biglietti concerti rock
biglietti concerti italia
biglietti concerti

 


Mappa del sito